Stipula del contratto: perché richiedere delle indagini preliminari

Le indagini precontrattuali sono molto importanti perché consentono di venire a conoscenza di eventuali criticità che comprometterebbero il buon esito dell’accordo.

Cos’è la due diligence?

Prima di addentrarci in questo delicato argomento, scopriamo cos’è la due diligence. Questo termine viene utilizzato nel caso di acquisizioni e cessioni societarie o aziendali. È un concetto di derivazione statunitense ed indica le attività di indagini preliminari in merito alla situazione di un’impresa. L’obiettivo di queste verifiche è di accertare il valore dell’impresa, valutando i rischi ed analizzando i punti di forza e di debolezza della compravendita ed il possibile rendimento. Ad oggi la due diligence fiscale si sta sempre più diffondendo anche in Italia ed è mirata a capire l’affidabilità del soggetto con cui si stipula un contratto. Il processo di due diligence fiscale viene eseguito per molteplici situazioni. Oltre alle compravendite, le indagini preliminari sono utilizzate in prospettiva dell’acquisto di quote di fondi comuni di investimento e nel posizionamento di azioni o di obbligazioni.

Quali tipologie di due diligence esistono?

Dopo aver capito cos’è la due diligence, andiamo a scoprire quante tipologie ne esistono. Si parla di due diligence legale nel caso di valutazione e stima di immobili oggetto di procedure giudiziali. Essa ha a che fare poi con i contratti di lavoro, con la verifica dei rapporti di proprietà dell’azienda e delle imprese affiliate. Una due diligence legale si occupa di normativa antitrust e di valutare attentamente durante la stipula del contratto se vi sono informazioni errate o svianti. La pratica delle indagini preliminari si estende alla due diligence finanziaria quando si interfaccia con la lotta all’evasione fiscale, andando a verificare l’effettiva residenza dei propri clienti per evitare elusioni fiscali. Anche l’analisi della situazione finanziaria di un’azienda che comprende aspetti come il flusso di cassa, il patrimonio, il reperimento di capitali, gli utili e le strutture finanziarie rientra nella due diligence finanziaria. Infine si concentra sull’analisi del mercato, sulla negoziabilità dell’azienda e sul suo target la due diligence commerciale. Si indaga sulla gestione dei materiali, sulle possibili innovazioni che la società promuove, sul suo potenziale futuro. Attraverso queste ricerche di due diligence commerciale si potranno scoprire persino quali sono i diretti concorrenti dell’azienda.

Cos’è la responsabilità precontrattuale

Nel momento in cui si procede alla stipula di un contratto, si deve tenere bene a mente il concetto di responsabilità precontrattuale che stabilisce determinati obblighi a carico delle parti, sanzionando gli eventuali comportamenti colposi o dannosi. Tutto ciò è stato reso legge tramite l’articolo 1337 c.c. che impone alle parti di comportarsi correttamente sotto il profilo della lealtà e della tutela degli interessi. La buona fede precontrattuale deve essere appunto intesa come reciproca correttezza di condotta, imponendo ad entrambi di agire in modo tale da preservare gli interessi altrui garantendo il giusto equilibrio tra gli opposti. Leggermente diverse dalla responsabilità precontrattuale disciplinata dall’articolo 1337 c.c. sono la responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. La prima riguarda la responsabilità che deriva dall’inadempimento di un obbligo e si distingue dalla responsabilità extracontrattuale, che è successiva alla violazione dell’obbligo generico di non ledere alcuno senza che prima sia possibile l’individuazione di un’obbligazione.

Contatta BD Service per scoprire le soluzioni disponibili di indagini precontrattuali: REPORT BASIC, REPORT FULL, REPORT PLhttps://www.bd-service.it/informazioni-commerciali/informazioni-precontrattuali/US, REPORT LIGHT, REPORT WORLD.

Richiedi subito il tuo report gratuito.

Chiama ora!
Contact form
close slider