Stato patrimoniale dell’azienda: è possibile conoscerlo davvero?

Conoscere lo stato patrimoniale di un’azienda è possibile: un servizio di investigazione efficiente permette, infatti, di entrare in possesso di numerose e utili informazioni.

Cos’è lo stato patrimoniale di un’azienda?

Lo stato patrimoniale di un’azienda è un documento contabile che include le risorse e le obbligazioni di cui quella società dispone in quel dato momento. La situazione patrimoniale si divide in due sezioni: le passività che sono le fonti di reddito che includono anche il capitale contribuito dai soci e le attività che invece rappresentano le risorse disponibili ed il modo in cui queste vengono utilizzate. Affinché lo stato patrimoniale di un’azienda sia in equilibrio queste due parti devono controbilanciarsi ed i due totali devono uguagliarsi. Conoscerlo è molto importante in quanto in questo modo è possibile avere un’idea della situazione patrimoniale economica aziendale. Le leggi italiane, a differenza dei principi internazionali, prevedono uno schema dello stato patrimoniale obbligatorio.

Attivo e passivo: le due componenti della situazione patrimoniale aziendale

Come detto la situazione patrimoniale di una società è composta da attività e passività. L’attivo patrimoniale comprende i crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti, le immobilizzazioni, l’attivo circolante (rimanenze, crediti, attività finanziarie), disponibilità liquide e ratei e risconti attivi. Il passivo dello stato patrimoniale di un’azienda invece è l’insieme di patrimonio netto, fondi per rischi e oneri, trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato, debiti, ratei e risconti passivi. Per valutare in modo efficace lo stato patrimoniale è necessario essere in grado di leggere e comprendere il bilancio. Affidandosi a professionisti del settore, specializzati nell’analisi dello schema dello stato patrimoniale, si potrà capire la solidità finanziaria di un’azienda.

Cos’è il bilancio ottico o bilancio sintetico?

Un’alternativa per verificare l’affidabilità di una società è reperire il bilancio ottico. Si tratta della copia in formato appunto ottico dei bilanci ufficiali depositati dalle aziende di capitali italiani presso la Camera di Commercio competente. L’obbligo della trasmissione del bilancio sintetico aziendale è sancita dal DPCM del 2008. È possibile estrarre con una visura online tutti i bilanci ottici depositati dalle imprese che abbiano effettuato l’iscrizione in Camera di Commercio attraverso pochissimi click. Le informazioni sul bilancio sintetico provengono direttamente dagli archivi informatici e per questo hanno valore giuridico e sono conformi alle copie ufficiali. In tal modo si potrà rimanere aggiornati sulla situazione economica e patrimoniale dell’azienda ed allo stesso tempo su fusioni, cambi di proprietà e partnership.

Un altro aspetto da considerare: il conto economico

Il conto economico è uno dei documenti che compone il bilancio d’esercizio di un’impresa insieme al rendiconto finanziario, alla situazione patrimoniale ed alla nota integrativa. Grazie al conto economico si può comprendere il risultato economico d’esercizio del periodo di riferimento del bilancio. Questo atto ha una struttura a forma scalare ed è formato da quattro sezioni: valore della produzione, costi, proventi ed oneri finanziari, rettifiche di valore di attività e passività finanziarie. Andando a riassumere, il conto economico è un documento contabile che sottrae i costi ai ricavi e da esso è possibile analizzare il cambiamento del patrimonio netto.

Chiama ora!
Contact form
close slider